NORME EDITORIALI PER GLI AUTORI

Dialoghi di numismatica. Protagonisti, prospettive, ricerche è una Rivista scientifica internazionale, openaccess (licenza Creative Commons), dell’Università degli Studi di Salerno, che adotta il procedimento di revisione tra pari (peer review) a doppio cieco (double blind), per garantire l’elevata qualità dei contenuti pubblicati. Tutti i contributi vengono dunque giudicati in forma anonima da due referees, almeno uno dei quali estraneo alla redazione o al comitato scientifico, i cui nominativi sono consultabili sul sito della Rivista.

I contributi possono essere redatti in italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Ogni contributo deve essere integrato da due summaries, ciascuno di 20 righe al massimo, secondo il seguente schema:

  • contributo in italiano: summaries in italiano e inglese;
  • contributo in inglese: summaries in inglese e in italiano;
  • contributo in francese: summaries in francese e in italiano;
  • contributo in spagnolo: summaries in spagnolo e in italiano;
  • contributo in tedesco: summaries in tedesco e in italiano.

Nome e cognome dell’Autore vanno indicati alla fine del testo, seguiti dall’Istituzione di appartenenza e dall'indirizzo di posta elettronica.

I contributi vanno inviati, previo contatto, alla Direzione editoriale: ad Alessandro Cavagna (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) oppure a Giacomo Pardini (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e, in copia, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

  1. TESTO E FONT

Per la composizione del testo si consiglia l’utilizzo dei programmi Word per Windows (.doc/.docx) o Word per MacOS (salvare in formato Word per Windows o .rtf). Si prega ogni Autore che dovesse utilizzare caratteri alfabetici poco diffusi di fornire il Fontrelativo.

 

  1. RIMANDI BIBLIOGRAFICI

I rimandi bibliografici nelle note indicheranno il cognome dell’autore in maiuscoletto,l’anno di pubblicazione e il numero della pagina o delle pagine preceduto dalle abbreviazioni p. o pp., ad es.: Grierson 1989, pp. 112-134 (se per lo stesso autore si citano più opere edite nello stesso anno, si distinguono tramite lettera alfabetica: ad esempio Manzoni 1999a, Manzoni 1999b).

La bibliografia deve essere elencata dopo il testo, secondo il seguente schema generale: Autore in maiuscoletto, titolo in corsivo, i rimanenti elementi in tondo. In particolare:

Opere monografiche 

Un autore: Cantilena R. 2008, La moneta in Grecia e a Roma. Appunti di numismatica antica, Bologna

Un autore, opera in collana (da indicare alla fine del riferimento bibliografico, tra parentesi tonde):

Cavagna A. 2015, Monete tolemaiche oltre l’Egitto, Milano (Acta e Studia 15)

Due o più autori: MissereG., Missere Fontana F.1999, La collezione Missere di moneteromane provinciali, Modena

Opera in più volumi utilizzata estesamente:Christiansen E. 1988, The Roman Coins of Alexandria. Quantitative Studies, I-II, Århus

Opera in più volumi utilizzata solo per un volume:Christiansen E. 1988, The Roman Coins of Alexandria. Quantitative Studies, I, Århus, pp…

Opera tradotta in italiano: Grierson Ph. 1984,Introduzione alla Numismatica, Roma (trad. it. di Numismatics, Oxford 1975)

Opera con un curatore: Savio A. 2007, Tetradrammi alessandrini, a cura di A. Cavagna, Milano

Atti di convegni e volumi collettivi 

Savio A., Cavagna A. 2011, An alleged Hoard of third Century Alexandrian Tetradrachms, inN. Holmes (ed. by) [a cura di, hrsg., éd. par, ed. por], Proceedings of the XIV International Numismatic Congress (Glasgow 2009), Glasgow, pp. 999-1003

Spagnoli E. 2013, I contesti della Basilica Portuense: il quadro economico-monetario, in L. Paroli, M.  Maiorano (a cura di), La Basilica Portuense. Scavi 1991-2007, Firenze, pp. 521-558

I nomi di città vanno indicati in lingua originale (cioè Paris, London, Tübingen, e non Parigi, Londra, Tubinga). 

Riviste 

Il titolo delle riviste deve essere esplicitato per esteso, tra “virgolette”, seguito dal numero arabo del volume della rivista; ad esempio:  

Pardini G. 2013, Consumo e produzione di moneta a Pompei tra tarda repubblica e primo impero. Spunti per una riflessione, “Annali dell’Istituto Italiano di Numismatica” 59, pp. 101-142

 

  1. CITAZIONI E ABBREVIAZIONI

Nel caso di una citazione, la dichiarazione dell’Autore citato deve essere inserita tra le virgolette «a sergente» con eventuali virgolette interne “inglesi” (ad apice doppio).

Per l’abbreviazione di nomi di autori latini fare riferimento al Thesaurus Linguae Latinae, per gli autori greci al Liddell-Scott.

 

  1. IMMAGINI E TABELLE

Le immagini fotografiche o al tratto non dovranno essere inserite nel testo ma inviate a parte e dovranno essere corredate da un file (.doc/.docx) contenente le didascalie. Nel testo del contributo è possibile indicare la posizione dell’immagine

A ogni immagine/grafico/tabella dovrà corrispondere una didascalia. Ogni didascalia verrà impaginata sotto la relativa immagine e dovrà contenere l’indicazione della paternità dell’immagine [Autore o Istituzione o abbreviazione bibliografica se ripresa da un volume a stampa] tra parentesi tonde preceduta dall’indicazione “foto”, es.: Fig. 1 - Roma, pendici nord-orientali del Palatino. La fossa contenente le insegne imperiali (foto G. Pardini).

Il riferimento nel testo all’immagine/grafico o alla tabella andrà indicato nella forma abbreviata fig., figg., tab., tabb., sempre con l'iniziale minuscola e in corsivo. I grafici vanno intesi come figure e devono dunque rientrare nella numerazione di queste ultime.

Fotografie, piante e disegni dovranno essere forniti, a colori o in scala di grigi, con una risoluzione non inferiore ai 300 dpi, in formato .tiff.

Le monete e le medaglie dovrebbero, di norma, essere illustrate in scala 1:1. Se si utilizza una scala diversa ogni Autore è pregato di indicarlo chiaramente nella didascalia.

Ogni Autore, unitamente alle immagini, è pregato di inoltrare alla Redazione della Rivista la ‘Liberatoria pubblicazione immagini’ debitamente compilata.